Progetti futuri

Museo all'aperto:
ampliamento e valorizzazione del sentiero dei grotti

Nel mese di agosto 2003 era stato inaugurato un percorso didattico situato alle spalle delle due sedi del Museo, il quale permette di divincolarsi tra i macigni di una grande frana e scoprire oltre sessanta grotti.

Nel corso del 2004 abbiamo potuto renderci conto del notevole interesse che suscita questa zona, solo in apparenza improduttiva, ma dal grande significato antropico e naturalistico: si presenta come un vero e proprio museo all’aperto, tanto da poter essere considerato come la terza sede espositiva del Museo di Valmaggia. Proprio in quest’ottica, è nostra intenzione preparare un progetto a medio-lungo termine affinché la zona possa essere ulteriormente valorizzata, perseguendo i seguenti obiettivi:

  1. acquisire e salvaguardare i grotti maggiormente significativi dal punto di vista architettonico situati lungo il sentiero didattico (da rilevare che tre sono già di nostra proprietà)
  2. prevedere un intervento selvicolturale mirato alla salvaguardia e alla valorizazzione del bosco, in modo che vengano evidenziati gli enormi macigni, gli interventi dell’uomo (grotti, terrazzi e scalinate) e i castagni secolari
  3. “rendere viva” la zona, organizzando in autunno un pomeriggio di animazione lungo il sentiero, con attività legate a vino, formaggio e castagne (ossia i tre alimenti direttamente coinvolti: vino e formaggio perché venivano conservati nei grotti; castagno perché era stato piantato dall’uomo)

Nel 2005 verrà preparato un progetto definitivo di intervento, in collaborazione con l’Ufficio forestale di Cevio, il quale si è da subito dimostrato molto interessato. Ribadiamo il fatto che si tratta di un progetto che non potrà concretizzarsi subito, in quanto dipende dal reperimento dei finanziamenti necessari e dalla priorità data ad altre attività (esposizioni, conferenze, escursioni, visite guidate, gestione ordinaria,…).